CI SIAMO TRASFERITI SU TUTTOTECH.NET

Recensione biografia “Steve Jobs” di Walter Isaacson

steve-jobs1

Questa meravigliosa biografia, nasce da più di 40 colloqui con Steve Jobs nell’arco di circa due anni e da moltissime interviste a familiari, amici, colleghi e rivali che hanno consentito a Isaacson di raccontare una storia di un uomo geniale, la cui caparbietà e il cui carisma hanno rivoluzionato il mondo dal settore tecnologico a quello cinematografico.

 La storia di una vita

Una storia romantica che racconta di un ragazzo abbandonato dai genitori naturali, dei sogni molto grandi, della scelta di lasciare l’università, del suo stile nel vestirsi unita alla scelta di non lavarsi, della mania di stare sempre scalzo, delle sue convinzioni new age e di filosofia orientale, che lo portarono a viaggiare in India alla ricerca di santoni e guru ed infine dei rapporti difficili con l’altro colosso dell’innovazione (Bill Gates), senza dimenticare lo splendido rapporto con i figli e la moglie Laurene.

 

 La ricerca della perfezione

Già dalla copertina del libro si riconosce lo stile di Jobs: essenziale, zen; infatti secondo Jobs ciò che rappresenta il successo del prodotto è il packaging, ossia il modo in cui il prodotto viene consegnato. Inoltre, quando la Apple era agli inizi, Jobs puntava molto su un’idea: il computer doveva essere “amichevole” per la clientela in modo tale che tutti siano capaci di utilizzarlo. Nei primi anni della Apple Jobs e i suoi colleghi si inventarono una stranezza: un pc fisso con maniglia, in realtà era inutile come idea, ma il design innovativo, diverso dai cubi grigi offerti dalle altre case produttive, funzionò alla grande!

 

Steve e Bill

Il libro riporta un intero capitolo dedicato a questo rapporto che viene definito dallo stesso Isaacson come un sistema binario di stelle composto da due particelle ad alta energia che hanno abbandonato gli studi universitari, entrambe nate nel 1955. Nonostante avessero ambizioni analoghe, provenivano da ambienti diversi e avevano personalità completamente differenti; Bill, al contrario di Steve, veniva da una famiglia agiata, aveva familiarità con la codifica, ed era disciplinato e dotato di capacità di elaborazione analitica, mentre Jobs era più intuitivo, romantico, e aveva un istinto infallibile per rendere la tecnologia facilmente utilizzabile, il design affascinante e le interfacce amichevoli. A conferma del sul carattere testardo, più di una volta Jobs ha sfidato Gates nella progettazione di prodotti innovativi, come ad esempio quando ha introdotto l’ iPad, invenzione che ha lasciato indietro l’era del pc!

 

Tecnologia e creatività

Non mancano poi i riferimenti alla Pixar, della quale fece parte per molti anni, aiutandone il progresso e rendendosi artefice della sua grandezza. Così come sono presenti riferimenti alla Next e alla Disney, altre aziende nelle quali Jobs ha messo anima e corpo, creandole, rilanciandole o rivoluzionandole.

 

La morte come un pulsante on/off

 In un pomeriggio di sole, mentre si sentiva poco bene, Jobs, seduto nel giardino dietro casa, si mise a riflettere sulla morte, egli credeva al cinquanta per cento all’esistenza di Dio ma ammise che, di fronte alla morte, forse stava sovrastimando tale possibilità per il desiderio di credere nell’aldilà. Disse: “mi piace pensare che dopo la morte qualcosa sopravviva, è strano pensare che uno accumuli tanta esperienza, magari anche un po’ di saggezza, per poi andarsene completamente. Perciò io voglio davvero credere che qualcosa sopravviva, per esempio che la coscienza non venga meno.” Poi fece una lunga pausa di silenzio e riprese “Ma d’altra parte, forse, si tratta solo di un pulsante on/off.”Clic!” e te ne vai.” Fece un’altra pausa, e con un lieve sorriso concluse: “forse, è per questo che non mi è mai piaciuto mettere pulsanti on/off sugli apparecchi Apple”.

Questo libro mette in evidenza i difetti di Jobs, è vero, ma rende anche evidente il fatto che oggi sarebbe un mondo diverso se Steve Jobs non avesse deciso di “cambiarlo”. Un libro da leggere assolutamente!

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoiOS si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top