CI SIAMO TRASFERITI SU TUTTOTECH.NET

Alcuni nuovi iMac vengono assemblati in USA

imac

Con l’entrata in commercio dei nuovi, sottilissimi iMac di ultima generazione sono balzate all’occhio alcune caratteristiche di rilievo, tra queste la più importante è che l’assemblaggio delle macchine viene fatto negli Stati Uniti.
Finora altri iMac riportavano la dicitura “assembled in USA” , ma si trattava dei soli Mac personalizzati, cioè con dei potenziamenti richiesti dal compratore in fase di acquisto. Ora invece anche alcune versioni base vengono assemblate nel paese, aprendo nuovi scenari politici sull’annosa questione della produzione dei prodotti Apple fuori dagli Stati Uniti.

Il prezzo dei prodotti odierni è basato sulle scelte fatte in merito al design, alla qualità delle componenti e alla manodopera atta all’assemblaggio; e fino ad oggi il modo con cui Cupertino ha scelto di tenere i prezzi concorrenziali è stato quello di abbassare le spese dell’ultima voce, spostando la produzione all’estero. Il ritorno in patria di questa parte essenziale del processo produttivo significa per Apple un costo maggiore nell’assemblaggio, che potrebbe gravare sul prezzo finale dei prodotti oppure, come speriamo, far scendere la soglia di guadagno dell’azienda sul singolo oggetto senza alcun rincaro per il consumatore.

Che la scelta di spostare parte della produzione nel paese possa non essere un caso isolato viene confermato anche da due indizi. Il primo è un incontro tenutosi qualche tempo fa presso la Casa Bianca, al quale ha partecipato anche il CEO di Apple Tim Cook, dove si vocifera sia stato chiesto di aiutare l’economia in difficolta degli USA attraverso investimenti interni al paese, proprio come Apple sembra aver fatto.

La seconda, arrivata solo pochi giorni fa, è l’indicazione precisa dello stesso CEO in un intervista rilasciata alla NBC, dove egli ha affermato che la produzione dei MacPro del 2013 verrà fatta negli Stati Uniti.
Questi due indizi confermano la volontà di Apple di far tornare almeno parte della produzione nel paese. Vedremo quindi sempre più prodotti con la dicitura “Designed by Apple in California. Assembled in USA.” anche se questi prodotti verranno probabilmente riservati al mercato interno.

Insomma gli americani hanno fatto grande Apple scegliendo i prodotti con la mela, ora Apple aiuterà gli americani scegliendo di investire sul loro lavoro.
Non suona così strano in fin dei conti. 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoiOS si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top