CI SIAMO TRASFERITI SU TUTTOTECH.NET

Recensione iPhone 6

Foto1

Così come l’anno scorso, anche quest’anno Apple ha deciso di presentare ben due iPhone, questa volta però si tratta di due top di gamma che differiscono per dimensione di schermo, batteria e un particolare della fotocamera: stiamo parlando di iPhone 6  e iPhone 6 Plus, oggi ci occuperemo del primo modello quello con schermo da 4.7 pollici. L’abbiamo testato per quasi tre settimane prima di recensirlo, proprio perché si tratta di una vera e propria rivoluzione nel mondo della mela, con uno schermo ben più grande rispetto alle generazioni precedenti e un design rivisto quasi del tutto.


 Video Recensione


Hardware

Dal punto di vista hardware iPhone 6 è dotato del processore Apple A8 Dual Core a 64 bit con frequenza di clock da 1.4 GHz, accompagnato da 1 GB di Ram. Sì è parlato molto del quantitativo di Ram che guardando la scheda tecnica può risultare distante rispetto alla concorrenza e quindi non al passo con i tempi, tuttavia ciò che conta è l’esperienza d’utilizzo dell’utente, e quest’iPhone con questo hardware permette di avere un’ottima fluidità all’interno dei menu, nella gestione del multitasking e delle applicazioni in esecuzione. La memoria interna può essere da 16/64/128 GB, quindi è stato eliminato il taglio da 32 GB a favore dell’introduzione del taglio da 128, ovviamente non abbiamo uno slot di espansione,  mentre la velocità della connessione dati raggiunge i 42 Mbits in HSDPA+ oppure i 150 Mbits in LTE. In compagnia dell’Apple A8 troviamo anche un co-processore di movimento M8 migliorato rispetto alla generazione precedente, capace infatti di registrare non solo i passi ma anche gli scalini che facciamo quotidianamente.

Foto2

Huawei Ascend 

Processore
  • Apple A8
  • Dual Core a 1.3 GHz
  • 64 bit
  • Co-Processore di movimento M8
RAM 1 GB
Memoria interna 16/64/128 GB
Espansione memoria No
Display 4.7 pollici Retina HD Display
Risoluzione 1334 x 750 pixel, 326 ppi
Fotocamera anteriore
  • 1.2 MegaPixel
  • video a 720p
Fotocamera posteriore
  • 8 MegaPixel
  • Focus Pixel
  • True-Tone Flash
  • video a 1080p 30fps o 60fps
  • video a 120/240fps in Slow-Motion
Connettività
  • HSUPA / HSDPA / LTE
  • WiFi a/b/g/n/ac
  • Bluetooth 4.0
GPS
NFC
Porte
  • Lightning
  • Jack da 3.5 mm
Batteria 1810 mAh
Sistema Operativo iOS 8
Dimensioni 138.1 x 67 x 6.9 mm
Peso 129 gr
Prezzo (circa) 729/839/949 euro

 

Per quanto riguarda i materiali e il design siamo sempre al top quando parliamo di Apple. C’è stato un ritorno al passato sotto questo punto di vista, con i bordi che sono tornati tondi e non più squadrati come le ultime generazioni. Troviamo sempre un corpo unibody in alluminio, con delle barre in policarbonato che attraversano il posteriore, necessarie per la corretta ricezione delle antenne. Una delle particolarità del dispositivo è il vetro anteriore che risulta curvo sui lati, perdendosi all’interno dell’alluminio e offrendo delle bellissime sensazioni al tatto, soprattutto quando effettuiamo degli swype sul touch-screen. Esteticamente una delle cose che fanno storcere il naso è di sicuro la fotocamera sporgente di qualche frazione di millimetro, che da fastidio nel momento in cui poggiamo lo smartphone su una superficie liscia, tuttavia basta una cover anche da 0.3 mm per compensare la sporgenza.

Foto3

Facendo una veloce panoramica, il dispositivo ha sulla destra il tasto di accensione/standby/spegnimento che è stato spostato per favorirne il raggiungimento, visto che l’iPhone è aumentato notevolmente nelle dimensioni,  il cassettino per la NanoSIM, in basso il connettore lightning, l’altoparlante di sistema, il microfono principale e il jack da 3.5 mm, sulla sinistra invece i tasti del volume ed il classico tastino per mettere in silenzioso il device.

Foto6

Frontalmente il vetro Gorilla Glass protegge il touch, in basso troviamo il tasto fisico all’interno del quale è integrato il  Touch ID, così come nell’iPhone 5S che ci permette di sbloccare il device con il riconoscimento dell’impronta digitale, fare acquisti dall’app store e molto altro, in quanto nella nuova versione di iOS Apple ha aperto l’utilizzo di questo sensore alle applicazioni di terze parti, quindi qualsiasi applicazione presente sull’app store potrebbe essere aggiornata per supportare ad esempio la protezione del contenuto dell’app stessa con l’impronta.


Display

Il Display è aumentato notevolmente nelle dimensioni, si è passati dai 4 pollici di iPhone 5 e 5S a 4.7 pollici, con il conseguente aumento della risoluzione a 1340×750 pixel per mantenere la classica definizione da 326 ppi dei display Retina dell’azienda di Cupertino. La risoluzione ormai è nella media, visto che nei top di gamma Android troviamo display Full HD (come anche nell’iPhone 6 Plus) o addirittura QuadHD, tuttavia l’unità presente in questo iPhone stupisce comunque grazie alla qualità generale per quanto riguarda la resa dei colori, la luminosità ai massimi livelli e gli angoli di visione ottimi. I Neri, pur trattandosi di un LCD IPS, sono abbastanza buoni, chiaramente non paragonabili a quelli di un Super AMOLED ma il contrasto è davvero molto elevato.

Foto7


Fotocamera

La fotocamera è da 8 MP, quindi la risoluzione è identica a quella delle precedenti tre generazioni di iPhone, tuttavia non sono i MP a fare la qualità di una foto e ne abbiamo avuto dimostrazione nel corso degli anni.

Foto5

Gli scatti di iPhone 6 sono al top per quanto riguarda qualità dei colori, capacità del sensore di catturare luce, rumore video e molto altro, insomma per il punta e scatta parliamo di una delle fotocamere più performanti sul mercato. Per quanto riguarda i video abbiamo una stabilizzazione software che Apple chiama cinematografica, davvero molto performante, riesce a dare dei risultati più che soddisfacenti, che è possibile vedere all’interno del test che abbiamo fatto al Day One di iPhone 6.

IMG_0691IMG_0694IMG_0689IMG_0688IMG_0595IMG_0035IMG_0016IMG_0018IMG_0453IMG_0599IMG_0688

 

Panorama:

I video vengono girati a 1080p a 30 o 60 fps, oppure possono essere girati in slow-motion a 120fps come la precedente generazione, o addirittura a 240fps con risultati straordinari. L’unico appunto da fare alla registrazione video riguarda l’audio, assolutamente non in linea con un dispositivo che dovrebbe essere al top per ogni aspetto. La fotocamera frontale acquista la possibilità di effettuare scatti in Burst-Mode, rimane da 1.2 MP ma migliora la luce che viene catturata dal sensore, è importante sottolineare come non ci siano stati miglioramenti per quanto riguarda il grandangolo, cosa abbastanza strana vista la moda dei selfie impazzata nell’ultimo anno.


Batteria

La batteria ha un amperaggio da 1810 mAh. L’autonomia è tutto sommato buona, con un utilizzo medio o medio-intenso riusciamo facilmente a coprire la giornata, solo però con determinati accorgimenti, come ad esempio la disattivazione di alcuni servizi di localizzazione che consumano inutilmente energia (mi riferisco soprattutto ai servizi di sistema dedicati a funzioni non presenti in Italia o necessari per la diagnostica). Tuttavia nel momento in cui decidiamo di passare una serata fuori il consiglio è di caricare lo smartphone per garantirne l’arrivo a sera inoltrata senza problemi, stesso discorso se utilizzate lo smartphone in maniera molto intensa. Qui di seguito sono presenti alcuni screen relativi ai test che abbiamo effettuato durante questi giorni.

Photo 01-10-14 15 57 12 Photo 02-10-14 15 40 51 Photo 03-10-14 12 50 35 Photo 04-10-14 17 20 38 Photo 06-10-14 23 36 29 Photo 08-10-14 15 35 44 Photo 27-09-14 17 01 51 Photo 29-09-14 09 31 51 Photo 30-09-14 15 20 26


Audio

L’altoparlante si trova sul bordo inferiore ed offre un ottimo volume sia durante le chiamate in vivavoce che con l’ascolto di musica. Ci ha stupito particolarmente la qualità dei bassi visto lo spessore dello smartphone, che risulta davvero ottima. Il device ha superato a pieni voti la nostra prova di conversazione in auto, siamo riusciti ad ascoltare bene l’interlocutore e a farci sentire. La posizione dello speaker ci permette di sentire notifiche e suonerie anche quando lo smartphone è poggiato su una superficie liscia o assorbente.

Foto4


Software

iPhone 6 ovviamente viene venduto con l’ultima versione del sistema operativo di casa Apple, vale a dire iOS 8. Le differenze rispetto alla versione precedente (già rivoluzionata per quanto riguarda l’interfaccia) sono notevoli, ma in un certo senso potremmo dire nascoste, in quanto dovranno essere sfruttate dagli sviluppatori di applicazioni per portare un reale beneficio all’utente, così come abbiamo già visto per quanto riguarda il Touch ID.

Foto8

Widget

Con iOS 8 Apple ha finalmente introdotto la possibilità di inserire dei widget all’interno del centro notifiche, i quali sono e saranno presenti in quantità sempre maggiori sull’App Store come applicazioni a se stanti, oppure integrati direttamente nella applicazioni che già utilizziamo, come ad esempio accade per Evernote, LinkedIn, Dropbox e molte altre. Interessante è la possibilità di interagire con essi per aprire determinate zone di un’applicazione, oppure espandere il widget come accade per Forecast+.

 

Multitasking

Nel Multitasking c’è stata l’introduzione dei contatti rapidi. Quando andremo ad effettuare il classico doppio click sul tasto home che ormai conosciamo da anni, per vedere le applicazioni in esecuzione, nella parte superiore ci troveremo i contatti che abbiamo chiamato recentemente o che sono presenti nei preferiti, in modo tale da utilizzarli per una telefonata o l’invio di un Sms/iMessage in maniera rapida e veloce.

 

Browser Web

Safari come sempre rimane il top per quanto riguarda la navigazione web, purtroppo non sono state introdotte novità relative al resize e il re-incolonnamento del testo nel momento in cui andiamo ad effettuare operazioni di Zoom, ma la fluidità è rimasta quella di sempre. La navigazione infatti risulta piacevole su qualsiasi sito web, dal più leggero al più pesante, è possibile richiedere la modalità desktop attraverso la barra degli indirizzi e avere sempre a portata di dito le schede sincronizzate con la versione Desktop di Safari per Mac OSX.

 

Integrazione con Mac OSX e ecosistema

Da anni Apple ha intrapreso la strada che porta alla creazione di un ecosistema che migliora di anno in anno, tutto ciò è stato rafforzato dal rilascio di OSX Yosemite e iOS 8. Con le nuove versioni software infatti potremo chiamare e inviare messaggi utilizzando il nostro iPhone semplicemente dal Mac, oppure iniziare un’attività sul nostro iPhone e continuarla in un secondo momento su OSX attraverso la funzione chiamata Handoff. iCloud invece è produttivo e  utile come sempre, ma vede l’introduzione di iCloud Drive che potremmo facilmente definire un concorrente diretto di Dropbox. Insomma nel caso in cui utilizziate un Mac quotidianamente, iPhone potrebbe risultare lo strumento più adatto alle vostre esigenze, se volete una perfetta integrazione senza effettuare particolari procedure.

 

Risoluzione da sfruttare

Ogni volta che viene presentato un iPhone con risoluzione diversa rispetto al precedente siamo di fronte a dei problemi di adattamento per quanto riguarda le applicazioni. Siccome il rapporto dello schermo è rimasto lo stesso non abbiamo i problemi di bande nere presenti sull’iPhone 5 per le app non ottimizzate, ma delle interfacce ingigantite e leggermente sgranate. Ovviamente le applicazioni si stanno aggiornando (seppur con notevole lentezza) con il passare del tempo per sfruttare pienamente la nuova dimensione dello schermo, ma è un fattore che bisogna tenere in conto acquistando il dispositivo oggi.

 

Gaming

L’esperienza di gioco con iPhone è sempre stata al Top, con iOS 8 però abbiamo un miglioramento anche sotto questo punto di vista. Apple ha infatti introdotto Metal, grazie al quale è riuscita a ridurre lo strato strato software presente tra il chipset grafico dei processori Apple A7 e A8, e gli effetti 3D relativi al gaming, ovviamente queste librerie messe a disposizione dall’azienda di Cupertino dovranno essere utilizzate dalle software house per avere un’esperienza di gioco sempre più vicina alle console.


 In Conclusione

iPhone 6 è un dispositivo adatto ad una fetta di utenti molto larga, in quanto svolge in maniera impeccabile tutto ciò che promette, probabilmente non gode di funzioni particolari che troviamo sugli smartphone della concorrenza, ma ci permette di entrare in un ecosistema così immediato e facile da utilizzare da essere di facile comprensione anche per il meno smaliziato degli utenti. Tra i pro di questo smartphone c’è di sicuro l’ottima fotocamera, il design particolarmente curato e finalmente una dimensione di schermo in linea con ciò che offre il mercato attualmente; tra i contro metterei la sporgenza della fotocamera, molto fastidiosa e poco in linea con la classica cura per il design di Apple, la Batteria che seppur riesce a portarci a sera (non inoltrata) con un utilizzo medio o medio-intenso con particolari accorgimenti, poteva facilmente essere aumentata con uno spessore simile a quello di iPhone 5. Infine il prezzo risulta ancora molto elevato se pensiamo alla concorrenza, ma non al prodotto in se: Apple purtroppo ha deciso di eliminare il taglio da 32 GB e lasciare quello da 16 al prezzo di 729 euro, con quello da 64 a 839 euro e da 128 a 949 euro, praticamente rendendo quasi impossibile a rigor di logica scegliere il modello più “economico”, visto che ormai 16GB per un dispositivo da utilizzare a 360 gradi risultano quasi ridicoli.

Foto9

Molti utenti mi hanno chiesto se valesse la pena passare da iPhone 5S a 6, la risposta è sì, vale assolutamente la pena per almeno tre motivi: lo schermo più grande, finalmente adatto alle esigenze della maggior parte degli utenti, la fotocamera e il design, che per quanto possa essere una questione di gusti personali, risulta oggettivamente molto curato e di sicuro una novità rispetto ai modelli precedenti. 


Voti

 

Ergonomia 8.5
Hardware 9
Materiali 10
Display 9
Fotocamera 9
Audio 8
Batteria 8
Software 9
Giudizio finale 8.8

 

 

 

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoiOS si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Docking

    Ciao Emanuele, c’è un errore, il display dell’iPhone 6 non è da 4 pollici ma se non erro da 4,7 pollici.
    Ciao

    • Emanuele Capone

      corretto, errore di distrazione nella scheda tecnica… grazie!

      • Docking

        Di nulla…!

  • Luca.Tiano.

    Bella recensione, complimenti 😉

    • Emanuele Capone

      Ti ringrazio 🙂

Top