CI SIAMO TRASFERITI SU TUTTOTECH.NET

Editoriale: iPad con OSX o Macbook con la potenza di un iPad?

ipad-pro-vs-macbook-pro

 

Giorni fa ho letto una notizia che mi ha fatto riflettere non poco: l’iPad Pro di Apple ha prestazioni comparabili al Macbook da 12 pollici presentato dall’azienda mesi fa. Procediamo per gradi, chiarendo attentamente la questione e analizzandola.

Anandtech alcuni giorni fa ha pubblicato una recensione dell’ultimo tablet di Apple molto dettagliata, con alcune analisi dal punto di vista hardware e delle performance, comparando il processore di iPad Pro, l’Apple A9X, agli Intel Core M.

Entrambi i processori hanno come obiettivo principale quello di ridurre al minimo i consumi senza particolari compromessi in termini di potenza: gli Intel Core M supportano dispositivi 2 in 1 e ultraportatili di ultima generazione che fanno girare Windows 10 o OSX (proprio come l’ultimo Macbook), mentre l’A9X di iPad Pro supporta un tablet orientato alla produttività con iOS come sistema operativo.

ipad-pro-geekbench-64-multi-100630356-large970.idge

Negli ultimi anni abbiamo visto un notevole incremento delle performance dei chip Apple utilizzati su iPhone e iPad, mentre l’evoluzione e la crescita delle performance dei processori Intel ha avuto un tasso di crescita più basso. Lo scopo del test eseguito dai colleghi di Anandtech era il seguente: a che punto si è spinta Apple con gli ultimi processori basati su architettura ARM? Sono davvero in grado di competere con famiglie di processori x86?

I risultati dei benchmark SPECint2006 sembrano confermare, almeno parzialmente, ciò che ci si aspettava: iPad Pro compete con il Macbook Retina da 12 pollici di Apple e con Asus ZenBook UX305CA, in quanto è riuscito a vincere la metà dei benchmark contro ogni dispositivo, pur restando distante per quanto riguarda i dati legati alle prestazioni complessive.

Per avere un’idea migliore di ciò che stiamo dicendo bisogna tenere conto del fatto che il benchmark utilizzato simula degli scenari di utilizzo reale, come la compressione e decompressione video, esecuzioni di specifici programmi e così via.

L’A9X di iPad Pro può quindi effettivamente competere sia con la generazione Broadwell che Skylake degli Intel Core M e probabilmente Apple potrà tentare di colmare il gap rimanente nei prossimi anni.

La domanda a questo punto è lecita: iPad Pro riesce a sfruttare pienamente le grandi caratteristiche hardware che possiede? Gli Intel Core M, trattandosi di processori x86, come abbiamo visto sono montati su macchine che fanno girare sistemi operativi come Windows 10 e OSX, mentre iPad Pro punta su iOS che rimane un sistema operativo mobile a tutti gli effetti, al di là delle suite di applicazioni che cercano di colmare il gap.

fullsizerender-5

Le prestazioni dei processori utilizzati nei tradizionali computer ormai crescono più lentamente di quanto facessero alcuni anni fa, la tendenza generale sembra quella di ricercare il miglior System On Chip (SoC) capace di ridurre al minimo consumi e produzione del calore massimizzando le prestazioni.

Gli stessi Intel Core M hanno rappresentato un passo importante in quanto si è arrivati ad avere macchine portatili completamente fanless, ma con prestazioni piuttosto importanti che miglioreranno negli anni a venire.

I due mondi, quello rappresentato dai tablet/smartphone e quello dei computer portatili sembrano avvicinarsi sempre di più, anche per quanto riguarda i processori utilizzati. A questo punto cosa bisogna aspettarsi dal futuro prossimo?

Dopo questi dati e le opportune considerazioni fatte gli scenari sono due: il primo potrebbe vedere una prossima versione del tablet di Apple con OSX o un suo simile “travestito” da iOS, aumentando notevolmente il senso di iPad Pro per quanto riguarda la produttività e l’utilizzo professionale.

Il secondo scenario rimane abbastanza discutibile, tuttavia potrebbe prevedere l’utilizzo di processori con architettura ARM, per intenderci la stessa famiglia che attualmente muove iPhone, iPad o qualsiasi altro smartphone, anche nei Macbook ultraportatili.

ipad_pro_vs_surface

Una cosa è certa: il mercato dei portatili così come lo conosciamo è destinato a cambiare, e lo sta già facendo da qualche anno, in questo senso il Surface di Microsoft è stato uno dei primi esempi del cambiamento. Ad alcuni potrebbe rimanere il dubbio: quale dei due mondi porterà all’estinzione dell’altro? I Tablet diventeranno PC, o i PC diventeranno Tablet?

La realtà è che potremmo discuterne per ore, ognuno può avere il suo modo di vedere la cosa, ma la convergenza delle dei due mondi è inevitabile.

Nota: questo articolo è un editoriale e, in quanto tale, rispecchia l’opinione di chi scrive senza voler assumere caratteri di notizia oggettiva o di cronaca dei fatti. Esso è un articolo in cui vengono esposte le opinioni personali dello scrivente e, in quanto tale, non è oggettivo e può essere contrario all’opinione di chi legge. Invitiamo tutti i lettori a commentare tramite gli appositi strumenti mantenendo il rispetto e la civiltà.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoiOS si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top