CI SIAMO TRASFERITI SU TUTTOTECH.NET

Apple TV 4: il nostro unboxing con prime impressioni

Apple-TV-4-top-view-remote-image-002

La nuova Apple TV 4 è finalmente nelle nostre mani. Curiosi di scoprire se è veramente stato rivoluzionato l’approccio alle Smart TV, vi lasciamo al nostro unboxing e alle nostre considerazioni.

Unboxing

 

Aprendo la scatola (ludrobabilmente l’unica insieme a quella delle diverse versioni di Apple Watch a non essere bianca) ci troviamo subito di fronte ad Apple TV 4 e al Remote che ora non è più solo telecomando come nelle versioni precedenti. Ricordiamo che il nuovo Tv Box di Apple ha dimensioni 98 x 98 x 35 millimetri quindi più alta del modello di terza generazione.

Al di sotto ci sono due scomparti, quello a destra stretto e lungo che contiene il cavo di alimentazione, quello quadrato come la ATV che contiene il cavetto lightning per caricare il Remote e vari manuali e stickers inutili.

Hardware e Materiali

A muovere tutto troviamo un Apple A8 64-bit, lo stesso SoC presente su iPhone 6 che quindi non può che fare la felicità degli sviluppatori essendo a loro già conosciuto. Di seguito riportiamo tutte le caratteristiche che analizzeremo più avanti:

179/229

Processore
  • Apple A8
  • Dual Core a 1.4 GHz
  • 64 bit
RAM
  • 2 GB
Memoria interna
  • 32/64 GB
Connettività TV
  • HDMI 1.4
  • WiFi 802.11ac MIMO
  • Ethernet 10/100BASE-T
  • Tecnologia wireless Bluetooth 4.0
  • Ricevitore IR
  • USB-C (per interventi di assistenza)
Sistema Operativo
  • tvOS 9
Dimensioni
  • 98 x 98 x 35 mm
Peso
  • 425 g
Apple TV Remote
  • 124 x 38 x 6,3 mm
  • 47 g
Connettività Remote
  • Tecnologia wireless Bluetooth 4.0
  • Trasmettitore IR
  • Accelerometro e giroscopio
  • Connettore lightning per la ricarica
  • Batteria ricaricabile
Prezzo 
  • 179/229 euro

Come possiamo vedere qui sopra, la nuova Apple Tv è equipaggiata da 2 GB di memoria RAM e a scelta 32 o 64 GB di storage. I punti interessanti da discutere sono però altri. La società di Cupertino ha infatti montato una porta Ethernet 10/100 e non una Gigabit come molti si sarebbero aspettati. Altro aspetto interessante è che la porta HDMI out è a 1080p 60Hz anche se il processore supporta tranquillamente il 4K. Sempre questa porta ha il supporto ad HDMI-CEC che ci permetterà di far avviare la nostra TV (che dovesse supportare questa funzione) all’accensione della Apple Tv.

Tutto il case esterno è, come per il vecchio modello, in plastica lucida lungo il bordo e satinato sopra e sotto. Cambiano solo l’altezza che passa da 2335 millimetri e il peso da 270 425 grammi.

Apple TV Remote

Il nuovo controller del box è chiamato Apple TV Remote Siri Remote. Il secondo nome in realtà è usato solo per i paesi in cui Siri è attivo, quindi non in Italia almeno per il momento.

Innanzitutto chiariamo che il tasto Siri è presente e, anche se ora avvia semplicemente una ricerca in stile Spotlight, verrà attivato nel 2016 appena Apple sistemerà la difficile ricerca nella nostra lingua. Con i comandi vocali sarà infatti possibile eseguire una ricerca approfondita riguardo i film di un particolare attore o musica di un particolare genere e/o periodo storico.

Sul frontale, diviso in due parti, è presente una parte con touchscreen (quella opaca) cliccabile che ci permetterà di navigare nei menù e, molto più scomodo, inserire e-mail e password. Il tasto menu serve per tornare indietro nelle applicazioni mentre il tasto con l’icona TV oltre ad accendere la Apple Tv, ci riporterà direttamente alla home se cliccato una volta o al multitasking se cliccato due volte.

Nella parte lucida invece troviamo tasti che non hanno bisogno di spiegazione. Importante notare invece che i tasti volume, grazie al trasmettitore IR nella parte alta, possono comandare il volume di TV, soundbar o impianti audio. Sul fondo facile notare la porta Lightning per caricare il Remote ma sarà possibile usare semplicemente il cavo dell’iPhone o dell’iPad. I due microfoni, quello frontale e quello sul retro dov’è il logo Apple, servono appunto per i comandi vocali.

Particolare importante che distingue questo Remote dai precedenti, è la presenza di accelerometro giroscopio che ci permetteranno di usare il telecomando come controller per i giochi.

Primo avvio e Configurazione

Una volta collegato HDMI e alimentazione, si avvia l’ Apple TV e inizia con la configurazione guidata.

Inizialmente bisogna accoppiare il Remote semplicemente cliccando sul touchpad. Dopodiché selezioniamo la lingua (nel nostro caso Italiano) e la regione. Ora arriviamo al dunque, per configurare Apple TV possiamo usare due metodi: con un dispositivo (iPhone o iPad aggiornato alla 9.1) o manualmente.

Piccola parentesi: personalmente ho provato a configurarlo col mio iPhone e ho ricevuto ripetutamente un messaggio di errore. Ho provato la configurazione manuale e ho comunque ricevuto lo stesso messaggio di errore. Dopo aver richiesto il supporto tecnico ed esser stato tempestivamente contattato dall’assistenza clienti, mi hanno spiegato che la configurazione iniziale da problemi già noti con le reti Fastweb, ma ricordate, solo la configurazione iniziale da errore, poi non ci saranno problemi. Ho messo in thetering l’iPhone e sono andato avanti con la configurazione manuale. Bisogna avere molta pazienza nel selezionare le lettere col touchpad una per una, e questo non mi è piaciuto troppo.

Con la configurazione tramite dispositivo vi apparirà a display la schermata di cui sopra. Fate continua e poi inserite e-mail e password del vostro account iTunes.

Quindi ci sarà un piccolo caricamento in cui si attiverà Apple TV per poi rimandarvi alla home di tvOS 9.

Primo impatto con tvOS 9

La home è molto intuitiva, come anche tutte le cose principali che si possono fare grazie al Remote. Da segnalare è ovviamente la scelta di cambiare tvOS inserendo un App Store. Se colleghiamo questa scelta a quella di usare un chip (A8) ben conosciuto dagli sviluppatori, capiamo come la speranza di Apple sia quella di avere molte applicazioni per una esperienza TV totalmente nuova.

Come si può vedere dalle immagini è possibile scaricare Netflix e Youtube, giochi come Asphalt 8 e app interessanti come Plex (che torna molto utile se avete un server Plex già in uso in casa).

Certo ci sono anche grandi mancanze. Un Browser come Safari infatti, pare sia presente ma nascosto. Sembra un po’ il discorso del 4K, chissà che non lo vedremo attivato in un futuro aggiornamento.

Il Multitasking mostrato in foto è richiamabile con una doppia pressione sul tasto con il disegno della TV ed è comodo e immediato come sugli altri dispositivi Apple. Le Impostazioni sono semplici ma utili e anche qui con il Remote non ci sono grosse difficoltà.

Grazie al nostro account iTunes è possibile inoltre accedere al nostro iCloud e quindi a foto, video, brani di Apple Music, film e applicazioni acquistati sullo store. Un altro pezzo di un ecosistema ben definito insomma, e questo non può che far piacere agli utenti.

Conclusioni

Ci sarebbe ancora da parlare di AirPlay e di altre funzioni di Apple TV che vedremo approfonditamente in altri focus specifici. Sicuramente questa Apple TV ha un potenziale inespresso ancora enorme ma non arriverà mai ai livelli di altri TV Box basati magari su Windows. La mancanza di un browser web e l’impossibilità di sfruttare il bluetooth per collegarci tastiera e mouse la rendono limitata a giochi casual e a poche app. Certo è che nulla è ancora detto, sembra una piattaforma ancora in divenire e magari un prossimo aggiornamento porterà tutte o alcune delle mancanze che abbiamo evidenziato in questa pagina.

Di sicuro mi sento di consigliare questa Apple TV 4 a chi è già immerso nell’ecosistema della casa di Cupertino mentre per chi cerca qualcosa di più versatile consiglio uno dei molti prodotti basati sia su Windows che su Android.

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoiOS si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top